martedì 12 agosto 2008

Lo strano fenomeno dei Ciciu del Villar

La riserva dei ciciu del Villar si trova a Villar San Costanzo, paese da cui trae il nome, un conglomerato di abitazioni tra Dronero e Busca, in provincia di Cuneo, ad un'altitudine di circa 600 metri.
I ciciu, termine che in dialetto piemontese significa pupazzo, sono delle rocce di natura argillosa a forma di fungo, di dimensioni variabili, alcune arrivano a sfiorare i 7 metri di altezza e i 4 di diametro. E si, ci si sente proprio come dei puffi a passeggiare nella riserva, soprattutto i bambini trovano l'escursione molto piacevole, siaperchè i sentieri percorribili non sono troppo impegnativi, o meglio, si può scegliere tra un percorso panoramico più adatto alle famiglie, uno più impegnativo e definito ginnico e uno decisamente più escursionistico. Io ci sono stata con le bambine e, ovviamente, ho optato per il percorso più semplice. Varie frecce dislocate lungo il bosco indicano le strade da seguire, in alcuni punti la segnaletica è più presente e in altri è più rada e si ha l'impressione di essersi persi, ma poi spunta un altro cartello e torna anche il senso d'orientamento. Fondamentalmente, può essere disorientante l'irrealtà del paesaggio.
Accessibilità

L'origine di queste formazioni rocciose è molto antico, iniziato circa 15.000 anni fa con l'ultima glaciazione è proseguito con il verificarsi di condizioni geologiche molto particolari, e con le frane di quete rocce ( o quanto meno dei cappelli dei ciciu) costituiti da forme di gneiss.
Ovviamente, data la particolarità di questo fenomeno naturale, la gente del posto ha costruito una leggenda che identifica nei ciciu i legionari romani pietrificati da San Costanzo mentre erano in procinto di arrestarlo.

La particolarità dei ciciu è veramente singolare, non so se esistono altri fenomeni simili nel mondo, ed è difficil eanche ocmprendere come mai solo in quella determinata area, che ha un'estensione di una quarantina di ettari,si siano sviluppati tanti grossi funghi di pietra, certo poter fare una passeggiata nel parco è un'esperienza strana, un modo per essere in mezzo alla natura e per sottrarsi alla realtà al tempo stesso, una passeggiata tra boschi fatati, o stregati, dove le forme surreali dei ciciu, che a vederli sembrano proprio funghi giganti, danno l'illusione di essere nel libro di Alice nel paese delle meraviglie.

All'ingresso del parco c'è un ampio parcheggio, seguito da un'area attrezzata dove si può organizzare un pic nic, servizi igienici e un'area di informazione turistica, l'ingresso è libero e il parco è sempre aperto, con i suoi strani funghi pronti a farsi ammirare in tutte le stagioni.

Sicuramente, il posto ideale per trascorrere una giornata con la famiglia, i bambini si stupiranno e anche gli adulti probabilmente ammireranno con perplessità questo strano scenario della natura.

Nessun commento:

Google